BLOG
Febbraio: L’importanza di Amare se stessi
9 Febbraio 2020

Febbraio come si sa è il mese dell’amore. Fioccano ovunque cuori rossi, messaggi stucchevoli e immagini di innamorati che si tengono per mano. Tutto molto romantico ma spesso molto lontano dalla realtà. E’ infatti davvero molto difficile oggi vedere persone che si vogliono veramente bene e infatti siamo quasi assuefatti dalle parole e dalle immagini aggressive, volgari, che poco hanno a che fare con l’amore vero. E’ per questo che Fit&fun nel mese di febbraio celebra l’amore più importante, quello che è davvero alla base di tutte le cose, quello da cui nascono tutte le altre forme di amore: l’amore per se stessi.

L’amore per se stessi è… mangiare cose che ci fanno bene

L’amore per noi stessi nasce dall’istinto di sopravvivenza, che è uno di quegli istinti primari che risiede nella parte più emotiva e antica del nostro cervello: il rettiliano. L’istinto di sopravvivenza si attiva di fronte ai pericoli, per noi e per i nostri cari, e ci spinge ad agire, a scappare, ad attivare meglio i nostri sensi. L’istinto di sopravvivenza è naturalmente anche quello che stimola la fame e la sete, necessari per alimentare il nostro corpo quando è necessario. E’ quasi inutile sottolineare che nella nostra società non si mangia più per istinto di sopravvivenza, perché siamo letteralmente circondati di cibo, ogni momento del giorno, ed è quindi molto difficile, davanti a tutte queste tentazioni mantenere l’attenzione su cosa va veramente bene per noi. Il consiglio, quando è il momento di mangiare, è quello di:

  • Celebrare il momento: mettersi a tavola per dare veramente importanza al fatto che si sta mangiando, prendersi del tempo da dedicare veramente ai pasti
  • Eliminare le distrazioni: togliere tutti gli stimoli esterni e non necessari, per concentrarci veramente sul fatto di mangiare
  • Ascoltare il nostro corpo: masticare con calma e capire di cosa il nostro fisico ha veramente bisogno in quel momento
  • Preferire il cibo cucinato da noi piuttosto che quello precotto o confezionato
  • Prediligere il consumo di frutta e verdura e bere molta acqua

L’amore per se stessi è… imparare a dedicarci del tempo

Giornate frenetiche e mille impegni fanno ormai parte della quotidianità ma quanto spesso ci fermiamo per pensare a noi stessi? Ognuno di noi deve trovare, ogni giorno, il momento di dedicarsi delle piccole attenzioni, non importa quali, ma devono essere cose che ci fanno stare bene:

  • concederci 5 minuti di bellezza ogni giorno (spalmarsi la crema, truccarsi, pettinarsi),
  • prendersi del tempo (almeno due ore a settimana) per fare ginnastica, per camminare,
  • Condividere momenti di qualità con le persone che ti fanno stare bene (una chiacchierata con un’amica ad esempio)
  • Lasciare spazio ai nostri hobby: leggere un libro, ascoltare musica che ci piace, colorare un mandala…
  • Dedicarsi momenti di benessere ogni giorno: fare un bagno caldo, meditare, bere una tisana, ascoltare 5 minuti di silenzio.

L’amore per se stessi è… ascoltare il nostro corpo e i suoi segnali

Come spiegano bene i romanzi gialli il linguaggio del corpo è rivelatore di tante cose. E’ vero però che è molto difficile saper leggere i segnali che ci manda il nostro corpo, anche quando questi sono molto forti ed evidenti. La pelle si secca quando non beviamo abbastanza, le mani si chiudono a pugno quando siamo nervosi e lo stomaco si contorce quando qualcosa ci ha dato fastidio. Sono solo alcuni dei sintomi comuni di qualcosa che non va e che, di solito, tendiamo ad ignorare. Ma nascondere la testa sotto la sabbia sul lungo periodo non funziona e quindi come possiamo fare per riconoscere questi segnali:

  • tenere un diario dove annotiamo le sensazioni del giorno, gli eventi rilevanti e le nostre reazioni, sia fisiche che emotive
  • Fissare degli obiettivi che ci stanno a cuore e fare di tutto per raggiungerli. Annotarli e rileggerli spesso in modo da non perderli di vista
  • Associare ai corsi cardio lezioni di Yoga o Pilates, dove la concentrazione è massima sul sentire il nostro corpo, sulla percezione del se.

Quali sono le discipline che ci aiutano ad amare noi stessi? Come abbiamo già detto per riconoscere i segnali sono importantissimi lo Yoga e il Pilates, discipline che ci aiutano anche a migliorare la postura (e quindi anche il nostro atteggiamento verso il mondo). Poi nell’ottica di dedicarci del tempo ogni disciplina è valida: hai bisogno di sfogare il nervoso perché ti senti sotto pressione? Allora sarà ottima una lezione di fitboxe per scaricare lo stress. Senti la necessità di alleggerirti? Scegli Jumping, per saltare come una farfalla. L’acqua è l’elemento che più ti fa stare bene? Allora scegli uno dei nostri corsi in piscina, il tuo corpo ti ringrazierà!