BLOG
Novembre: Mese della Resilienza
11 Novembre 2019

Resilienza, una parola difficile e molto antica, che trae origine dalla capacità dei naviganti di risalire a bordo dopo che una barca si era rovesciata (re-salio, risalire). Come molti termini psicologici deriva da un concetto fisico, in particolare la resilienza indica quella capacità, tipica della gomma, di assorbire un urto senza rompersi.

Resilienza è …. riprendersi da una caduta.

Ogni giorno capita di inciampare, fisicamente e metaforicamente. Imparare a rialzarsi è una grande dote che richiede forza e coraggio. Tutti noi abbiamo dei limiti, così come dei punti di forza. Scoprire le nostre debolezze è importante perché è proprio grazie alla consapevolezza che possiamo imparare a migliorarci. Capita spesso di inciampare, per esempio nel lavoro, seguendo la strada sbagliata o coltivando relazioni che non ci fanno stare bene. Ogni volta che ci rendiamo conto dell’errore ci sentiamo deboli e ci autocolpevolizziamo. Se invece alleniamo la nostra resilienza impariamo ad amarci, ad accettare i nostri sbagli e così diventiamo più forti

Resilienza è… imparare dai propri errori.

Sbagliare e migliorarsi, costantemente, e trarre da ogni sbaglio il giusto insegnamento. Imparare ad autocorreggersi è importante fin da piccoli, auto-osservazione è infatti auto-correzione. Quindi per non ripetere più uno sbaglio è molto importante osservarci e sentire le nostre emozioni.

Tutte le discipline della danza, basate sulla ripetitività di un movimento eseguito allo specchio, ci insegnano ad auto- osservarci ed in seguito ad auto migliorarci. Certo è un processo lungo, che richiede molto lavoro e molto autocontrollo, ma possiamo provarci insieme!

Resilienza è… sentire le nostre emozioni

Imparare a riconoscere come le nostre emozioni incidono sul nostro fisico è un altro modo per diventare resilienti. Quante volte avete pensato che avreste dovuto ascoltare la vostra vocina interiore che vi diceva di non fare quella determinata cosa? Per dare più ascolto alle nostre emozioni dobbiamo innanzitutto riconoscere i segnali che ci dà il nostro corpo. Per esempio lavorare sul nostro respiro ci permette di riconoscere l’arrivo degli stati d’ansia o di preoccupazione e per farlo il Pilates e lo Yoga sono ottime discipline da cui partire.

Resilienza è imparare a combattere

Spesso durante un momento di difficoltà è difficile trovare la forza per affrontare gli ostacoli che la vita ci presenta e questo dipende in parte anche dal fatto che se abbiamo già sprecato molte energie tutto ci sembra più complicato, più pesante e arduo da sopportare. Per questo dobbiamo imparare a riconoscere i nostri punti di forza e saperli utilizzare nei momenti di difficoltà. E’ proprio come in una lotta sul ring, quando uno dei due sembra sul punto di mollare e poi con una mossa ribalta il risultato. Imparare a combattere può salvarci quando tutto sembra perduto. Grazie alle nostre lezioni di Fit-boxe, di Jumping e di Zumba potrai allenare la tua forza e imparare come dosarla, per diventare più resiliente.

Come allenare la resilienza?

Ogni giorno riflettere sui nostri errori e capire dove abbiamo sbagliato, e come possiamo evitare di sbagliare la prossima volta. In palestra intraprendiamo una disciplina nuova, che è un modo semplice per metterci alla prova, allenare la nostra attenzione e predisporre il nostro corpo ad un nuovo lavoro muscolare.

Osservare noi stessi nelle attività di routine: per esempio controllare il nostro modo di parlare e di respirare ed introdurre piccoli cambiamenti nelle nostre abitudini.