BLOG
Proposito del nuovo anno: accettarsi per come si è
29 Dicembre 2020

Quante volte abbiamo concluso o iniziato l’anno con i nuovi propositi?

  • Da domani inizio la dieta e non sgarrerò mai
  • Quest’anno andrò in palestra tre volte a settimana, anche con la febbre
  • Quest’anno imparerò il russo 

Solitamente il periodo dei buoni propositi ci impone di aggiungere impegni all’agenda, che neanche in mille anni potremmo rispettare. E ne siamo tutti consapevoli. Nonostante questo però, la tendenza a programmare l’anno nuovo e a porci degli obiettivi che non solo non sono realistici, ma che ci faranno sentire in difetto nel giro di una settimana (forse anche meno). 

Sarebbe molto più facile, forse, cambiare allora punto di vista. Sarebbe più onesto con noi dirci

“nel 2021 lavorerò per accettarmi, nonostante i miei difetti”.

Se ti sembra una facile scorciatoia, non lo è, perché imparare ad accettarsi fisicamente, emotivamente, esteticamente, per come si è davvero, equivale ad assumerci la responsabilità di come siamo diventate. 

Non so tu, ma io, per anni, dopo la mia prima gravidanza mi sono ripromessa di “tornare come prima”. Ma com’ero prima? 

  • Ero forse perfetta? No. 
  • Ero forse felice di com’ero? No
  • Ero forse libera dall’idea di cercare una me stessa migliore, perfetta, diversa? No.

E allora forse deve giungere un momento in cui quando ci guardiamo allo specchio vediamo esattamente quello che ci aspettiamo di vedere, cioè noi. Con le nostre rughe, con quei rotoloni in più, con la cellulite. 

Noi, nella nostra vera versione, che è fatta di cicatrici, di segni del tempo, di memoria che viaggia ogni giorno con noi. 

Questo non significa, naturalmente, che posso trascurarmi. Non significa non dedicare tempo a me, all’allenamento del corpo, al nutrimento dell’anima, alla scoperta del mio cuore, al controllo della mente. Però significa smettere di raccontarmi bugie, solo per sentirmi allineata ad un mondo che si è dimenticato che io sono il risultato della mia storia, nel bene e nel male.

Il mio proposito del nuovo anno dunque è: riconoscermi per quella che sono. Senza filtri.